MEDIAZIONE

Benvenuti nella Boutique della Mediazione,
offriamo il servizio di mediazione civile e commerciale in diversi rami
fornendo a ciascuna procedura un servizio qualificato e dedicato
Novità in materia di mediazione dal 30 giugno 2023

Dal 30 giugno 2023 entrerà in vigore la Riforma Cartabia anche per la Mediazione Civile e Commerciale.
Per le domande depositate a partire da tale data ci saranno delle novità:
a) introduzione di nuove materie come condizione di procedibilità: associazione in partecipazione, consorzio, franchising, opera, rete, somministrazione, società di persone, subfornitura;
b) l'amministratore di condominio è legittimato ad attivare un procedimento di mediazione, ad aderirvi e a parteciparvi.
c) il primo incontro tra le parti deve tenersi non prima di venti e non oltre quaranta giorni dal deposito della domanda
d) tutti gli atti, documenti e provvedimenti relativi al procedimento sono esenti dall'imposta di bollo e da ogni spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura. Il verbale contenente l'accordo di conciliazione è esente dall'imposta di registro entro il limite di centomila euro
e) eliminazione del primo incontro di programmazione/informativo (il primo incontro è già un incontro effettivo)
ATTENZIONE - segnaliamo che il Regolamento è in fase di aggiornamento come richiesto dal DM 150.



LA MEDIAZIONE


La Mediazione è il procedimento attraverso cui le parti, con l’intervento di un Mediatore che opera all’interno di un Organismo di Mediazione, tentano di conciliare una controversia.

La prospettiva è quindi radicalmente diversa rispetto alla causa: nella Mediazione le parti sono infatti libere di trovare la soluzione alla loro lite grazie all’opera del Mediatore e con l’assistenza dei propri consulenti, soddisfando i propri reali interessi al di là delle strette ragioni della contesa.

In questo senso, la Conciliazione raggiunta a seguito della Mediazione è un successo per tutte le parti del procedimento. La legge ha reso obbligatoria la Mediazione per molte materie in ambito civile e commerciale, introducendo notevoli vantaggi in termini di durata, di agevolazioni fiscali e di costi.

La Mediazione può essere richiesta anche facoltativamente dalle parti, ovvero essere prevista da apposite clausole contrattuali o infine ordinata dal giudice. Scopri quanti vantaggi riserva la Mediazione!


I vantaggi sulla mediazione Tipi di mediazione Le materie della mediazione

IL PROCEDIMENTO

Scopri tutti i passaggi della procedura di Mediazione

01

La parte istante avvia la procedura presentando la domanda in cui espone i motivi della controversia e cosa chiede.

02

L'Organismo designa il Mediatore e convoca la parte richiedente e la parte chiamata per un incontro non prima di 20 giorni e non oltre 40 giorni.

03

La parte chiamata decide se aderire o meno, tenuto conto in ogni caso delle conseguenze nel successivo giudizio in caso di ingiustificata comparizione alla procedura.

04

Se la parte chiamata aderisce, al primo incontro il Mediatore illustra i principi della Mediazione e e si adopera affinché le parti raggiungano un accordo di conciliazione


05

Se la parte chiamata non aderisce o le parti o non si trova l'accordo, il Mediatore formula invece un verbale di mancata conciliazione.

06

Se la procedura di mediazione prosegue, il Mediatore sente le parti, prima congiuntamente e poi anche con colloqui riservati.

07

Se all’esito le parti hanno trovato un’intesa, il Mediatore stila il verbale di conciliazione, altrimenti procede con il verbale negativo.

08

La procedura ha ordinariamente una durata non superiore ai tre mesi prorogabile di altri 3 mesi su accordo delle parti.

LE TARIFFE

Scopri i costi di una Mediazione

Spese di avvio e di mediazione primo incontro

Rappresentano le spese amministrative di apertura della pratica, della gestione del primo incontro e delle prime comunicazioni alle parti; le spese di avvio e di primo incontro sono sempre dovute da ciascuna delle parti, a prescindere dall’iter e dall’esito della mediazione e devono essere versate dalla parte istante al momento della presentazione della domanda e dalla parte convenuta al momento della sua adesione al procedimento.

L'importo ammonta a € 80,00 + IVA = € 97,60 per valore fino a € 1.000,00 € 156,00 + IVA = € 190,32 per valore da € 1.001,00 a € 50.000,00 e € 224,00+iva = € 273,28 per valore oltre € 50.001,00.

Le fatture relative alle spese di avvio e agli onorari saranno emesse esclusivamente a nome delle parti direttamente interessate dalla procedura di mediazione (Ris. del 13/06/1981 n. 331350 - Min. Finanze - Tasse e Imposte Indirette sugli Affari). Non è possibile intestare le fatture ai difensori o a soggetti diversi dai portatori di interessi direttamente coinvolti nella mediazione

Spese di mediazione

Rappresentano il compenso professionale dovuto per la mediazione da ciascuna delle parti; in caso di raggiungimento dell'accordo al primo incontro o in caso di prosecuzione oltre il primo incontro. Valori riportati in tabella

I compensi saranno maggiorati del 10% in caso di accordo al primo incontro, e del 25% in caso di accordo oltre il primo incontro e del 20% in caso di formulazione della proposta da parte del Mediatore e in caso di particolare importanza, complessità o difficoltà dell’affare.


Spese vive

Nel caso in cui non sia fornita una PEC del/dei convenuto/i sono dovute le spese vive anticipate dall’Organismo (costi vivi delle raccomandate etc.) che ammontano a € 10,00 + iva per ogni notifica con raccomandata, anche in caso di mediazione delegata . In mancanza del versamento delle spese vive non sarà inviata la raccomandata.

Agevolazioni Fiscali

Il verbale contenete l’accordo di conciliazione è esente dell’imposta di registro entro il limite di valore di € 100.000

Un credito d’imposta fino a € 600 per le indennità di mediazione e gli onorari dei legali per ciascuna procedura di mediazione fino a un totale annuo di € 2.400 per persona fisica e € 24.000 per persona giuridica. Il credito d’imposta è ridotto alla metà in caso di mancata conciliazione

Un credito d’imposta fino a € 518 commisurato al contributo unificato versato dalla parte del giudizio chiuso a seguito della conclusione dell’accordo di conciliazione


MODULISTICA

Tutti i moduli necessari per avviare o aderire ad una procedura di mediazione
ATTENZIONE : indicare nel modulo di domanda e di adesione il codice univoco o la pec per l'emissione della fattura elettronica
Se il pagamento delle spese di avvio avviene prima dell'invio della domanda
va indicato nell'oggetto del bonifico il codice univoco o la pec del soggetto a cui va intestata la fattura

 
1Domanda di mediazione
2Allegato A
3Allegato B
4Modulo di adesione
5Modulo di Adesione con chiamata di terzi
6Facsimile procura
7Regolamento Organismo
8Codice Etico Mediatori
9Normativa DLg 28-2010
10Informativa Privacy avvocati ed altri professionisti
11Informativa Privacy Parti Mediazione
12Elenco Mediatori

DICONO DI NOI

Le opinioni di chi ha provato il nostro servizio di mediazione

All'interno di questo organismo ho trovato professionalità e cortesia. Personale molto disponibile durante tutto il procedimento della mediazione.

Avvocato S.F.


Ho molto apprezzato l'uso di concordare con chi deposita l'istanza la data del primo incontro.

Avvocato F.M.


Locali adeguati e mediatori preparati e molto disponibili.

Avvocato A.R.


Ottimo servizio. Abbiamo apprezzato particolarmente la presenza del notaio in sede durante l'incontro conclusivo di accordo, che ci ha permesso di accelerare i tempi.

Avvocato P.B.

CATALOGO CORSI